Cifre chiave

Mantenere relazioni a lungo termine

Decathlon affida la produzione dei suoi articoli sportivi ad un panel di fornitori, organizzati per processi di produzione. Le nostre squadre di produzione locali, negli uffici di produzione Decathlon, sono incaricate della relazione con i fornitori. Con essi, condividiamo la volontà di rendere i nostri prodotti disponibili al miglior rapporto valore/prezzo ed alcuni principi fondamentali di funzionamento:

una relazione fondata sul reciproco rispetto

la crescita dei collaboratori attraverso la responsabilità, la fiducia, la formazione e un management orientato verso il piacere di recarsi al lavoro

il rispetto dei nostri standard e delle leggi vigenti relative al diritto del lavoro

il raggiungimento dei più alti livelli qualitativi

il miglioramento della competitività in termini di prezzo grazie al miglioramento continuo della produttività

la costruzione di una catena di approvvigionamento affidabile e dinamico

l’utilizzo di sistemi informatici connessi

il rispetto dell’ambiente. La molteplicità dei processi industriali utilizzati per la fabbricazione dei prodotti (prodotti tessili, scarpe, prodotti confezione pesante, prodotti metallici, plastici e prodotti elettronici) rende la catena di approvvigionamento di Decathlon complessa.

Entro il 2023 desideriamo rispondere a questa complessità fabbricando l’80% delle nostre quantità presso 100 fornitori partner. Nel 2017 ne contiamo 35.

I terzisti Decathlon in cifre
al 31/12/2017

Mappatura dei Paesi di produzione

Decathlon ha 43 uffici di produzione in 25 Paesi e inoltre collabora con i terzisti di altri 24 paesi. I collaboratori animano la Produzione del Paese in cui si trovano e quella dei paesi limitrofi.

Decathlon, una attività multi-prodotto, multi-processo industriale e multi-Paese

Proponiamo tantissimi articoli per diverse attività sportive, prodotti con componenti sviluppati nei vari processi industriali e tutto questo richiede dei terzisti che sappiano rispondere al capitolato d’oneri relativo ai prodotti ed ai nostri requisiti sociali e ambientali. Distribuiamo dalle calze da tennis alle mazze da golf in metallo includendo prodotti tecnologici innovativi, come i braccialetti elettronici.

La molteplicità dei processi industriali e degli interventi nella nostra catena di valore comporta un livello di rischio che dobbiamo identificare, anticipare, valutare e controllare.

Organizzazione della catena di approvvigionamento dei prodotti

Le nostre strategie d’acquisto ci portano a costruire ed animare un panel industriale in base a 3 categorie:
I nostri siti di produzione
I nostri fornitori partner
I nostri terzisti

I nostri stabilimenti: migliorare continuamente i metodi di produzione Decathlon possiede 10 stabilimenti di produzione che producono alcuni articoli. Appropriarci dei metodi di produzione e sviluppare progressivamente le buone pratiche industriali (management umano, migliori condizioni di lavoro, organizzazione dei flussi…) sono gli obiettivi che perseguiamo nei nostri stabilimenti.

Gli stabilimenti di produzione sono in rete con i nostri partner e partecipano alla creazione del Decathlon Manufacturing Way (DMW) che mira a sviluppare un riferimento industriale per guidare i collaboratori e i partner verso l’eccellenza operativa. I nostri siti devono rispondere agli stessi requisiti dei fornitori.

I Fornitori partner: stabilire un rapporto di fiducia a lungo termine Le sfide che il mondo oggi deve affrontare richiedono una collaborazione e una trasparenza tra le persone e le organizzazioni che condividono le stesse visioni e gli stessi obiettivi. Da Decathlon, un partner è un imprenditore industriale, la cui visione, i valori ed il senso hanno molto in comune con i nostri. La sua visione è attuata tramite un progetto industriale, in una regione in cui ci proiettiamo a lungo termine. L’allineamento ed il livello di fiducia, lo motivano a darci un vantaggio concorrenziale e differenziante, fino ad arrivare all’esclusività. La sua responsabilità e volontà di miglioramento continuo, profondamente basati nella sua cultura d’Impresa, lo portano all’eccellenza operativa nella massima autonomia. Lo integriamo nei nostri flussi di lavoro interno e gli deleghiamo molte decisioni al servizio degli sportivi e clienti, spiegano Lionel Dias, leader dell’Organizzazione del Processo Acquisto e Olivier Desbats, Responsabile dell’Organizzazione del Processo.

Parte della quantità di prodotti fabbricati dai nostri partner industriali

Nel 2017, i nostri 35 partner si posizionano a diversi livelli di maturità in rapporto a questa definizione, ma i progressi sono incoraggianti:

sempre più progetti industriali sono scritti insieme ;
migliora il management umano, la competenza individuale e collettiva delle nostre squadre e dei partner ;
si riducono i tempi di sviluppo, migliorano i costi, si abbassano i prezzi, accresce l’affidabilità e la reattività dei tempi di approvvigionamento.
Una maggiore trasparenza e condivisione con il rispetto reciproco degli obblighi. Come conseguenza, una buona parte sempre più consistente dei nostri acquisti è affidata ai nostri fornitori partner.

Entro il 2023, desideriamo produrre l’80% delle nostre quantità presso 100 fornitori partner.

I terzisti: collaborare rispettando i requisiti di performance.

Con i terzisti manteniamo i nostri requisiti ma non abbiamo una strategia d’esclusività, è un rapporto di diversi anni basato sulla fiducia e la performance.

Parallelamente

Con i nostri fornitori proseguiamo la strategia di sviluppo della produzione locale per essere più reattivi alle richieste del mercato locale e per ridurre i costi di trasporto e gli impatti ambientali. Il nostro panel di fornitori e le nostre scelte di distribuzione dei volumi fanno sempre parte di una logica di costo totale (chiamata TeCO: Total Environmental Cost of Ownership- Costo Totale dell’Investimento per la Tutela Ambientale). Queste due strategie (produzione locale e logica TeCO) ci consentono di costruire un panel di fornitori che risponda agli obiettivi commerciali globali e locali della nostra Impresa.  Made-in Brasile per il Retail Brasile: Non Disponibile(69)  Made-in Cina per il Retail Cina: 93%  Made-in Europa per il Retail Europa: 20%  Made-in Russia per il Retail Russia: 10%  Made-in India per il Retail India: 45% Decathlon per ideare e controllare la produzione di prodotti sportivi sempre più adeguati alla richiesta degli utilizzatori, collabora con i fornitori (detti rango-1) ma anche con i terzisti dei fornitori (detti rango-2).

Per Decathlon

Un Rango 1 è un fornitore contrattualmente vincolato con una società del Gruppo Decathlon per la produzione e l’assemblaggio di prodotti finiti / semi-finiti (tramite contratto di produzione) o per l’approvvigionamento di materie prime e componenti (tramite contratto di acquisto), che riceve gli ordini e fattura direttamente alla società.

Un Rango 2 è un fornitore che contribuisce alla catena di valore dei prodotti Decathlon, ha una relazione commerciale diretta con il fornitore di rango 1, con il quale organizza la gestione degli ordini e la fatturazione. Decathlon si riserva la possibilità di intervenire nella scelta e nell’approvazione del fornitore di rango 2 ma senza intervenire nel rapporto commerciale e giuridico tra i Fornitori di Rango 1 e 2.

Lotta alla terzializzazione non dichiarata

I terzisti non dichiarati da parte dei nostri fornitori sono difficili da rilevare.
I fornitori potrebbero ricorrere ai terzisti esterni per la produzione dei prodotti senza previo consenso nonostante la nostra opposizione formale (indicata con una clausola contrattuale e firmata dai fornitori) e nonostante la presenza regolare delle nostre squadre sul campo. Per eliminare questo problema formiamo le squadre alla determinazione precisa della capacità produttiva durante le fasi di sviluppo dei prodotti e durante la produzione in serie.
Per ridurre questo problema, eseguiamo controlli incrociati tra le effettive capacità e il numero di prodotti consegnati.

Al "World Partner Forum" in primo piano le relazioni a lungo termine

Ad ottobre 2017 si è svolto per il terzo anno consecutivo il “World Partner Forum” al Kipstadium di Tourcoing, in Francia. Un appuntamento annuale che mette in primo piano la trasparenza, l’allineamento e la condivisione per costruire delle relazioni solide e durature con i fornitori partner al servizio della performance.
Erano presenti 35 fornitori partner e 13 futuri partner provenienti da 12 Paesi, per discutere insieme le tematiche dell’ipercrescita, dell’industria 4.0 e dello scambio di buone prassi industriali.
Un’occasione per condividere la strategia di Sviluppo Sostenibile e il ruolo chiave dei nostri partner su questo tema.

Ci auguriamo che queste vere relazioni umane basate sulla fiducia durino il più a lungo possibile e abbiamo approfittato di questo evento per ringraziarli e ribadire il nostro profondo desiderio di continuare la nostra collaborazione anche negli anni futuri .

Lionel Dias
Lionel Dias
Leader dell’Organizzazione del Processo Acquisto