Eco-sviluppare la nostra rete mondiale

La nostra mission è rendere accessibile al maggior numero di persone i prodotti sportivi e proprio per questo motivo sviluppiamo delle infrastrutture in tutto il mondo.

I nostri negozi sono progettati tenendo in considerazione il bacino d’utenza e l’accessibilità fisica (trasporti pubblici, piste ciclabili, ecc.). Siamo consapevoli che i nuovi edifici hanno un impatto nell’ambiente e quindi pensiamo al modo migliore per preservare l’ambiente locale e laddove possibile, sviluppare nelle nostre sedi le energie rinnovabili.

Promuoviamo inoltre, l’accesso ai prodotti attraverso lo sviluppo della tecnologia digitale (online) ed  esaminiamo le  conseguenze dello sviluppo di questa attività e  misuriamo gli impatti ambientali di un maggiore utilizzo dei dispositivi informatici legati alla nostra espansione.

L'ECO-SVILUPPO IN CIFRE*
* al 31/12/2017

In sintesi per il 2017

Promuoviamo l’acquisto di energia verde in tutti i
siti francesi (negozi, deposito, sede delle
marche…). Abbiamo 4 paesi che producono
energia rinnovabile per l’auto-consumo
direttamente nei siti: Italia, Spagna, Belgio e
Paesi Bassi.

Promuoviamo un approccio globale di
eco-costruzione (eco-design) in sintonia con
l’ambiente locale.

Analizziamo gli impatti dello sviluppo della
nostra attività digitale.

Iniziative e pedagogia sulle energie rinnovabili

Promuoviamo in tutto il mondo l’eco-costruzione dei negozi di nostra proprietà. Decathlon lavora con 4
certificazioni riconosciute a livello internazionale : LEED, DGNB, HQE99 e BREEAM. In Francia tutti i negozi
di proprietà di Decathlon sono certificati e in Italia dal 2012 tutti i nuovi negozi sono certificati secondo il
protocollo LEED. Per gli immobili di non proprietà applichiamo una politica di gestione dell‘energia
consumata e delle risorse utilizzate : illuminazione LED, Gestione Tecnica dell’Edificio (GTE) che facilita il
pilotaggio dei dispositivi tecnici ed elettronici (tipo di utilizzo, orari d’attività, esigenze di comfort e condizioni
climatiche) e il controllo dei consumi in tempo reale. Questa politica è sostenuta da un’animazione regolare
delle squadre e da una guida ambientale presente in ogni negozio.

Nel 2017 consapevoli del nostro impatto ambientale, in Francia, Regno-Unito ed Italia abbiamo scelto di
orientarci verso l’acquisto di energia verde piuttosto che sull’energia proveniente da fonti nucleari,
nonostante sia più costosa. I nostri consumi sono protetti da “garanzia di origine” che attesta l’origine
rinnovabile (eolica, idrica, solare…) delle fonti di energia utilizzate e assicura l’equivalenza tra la quantità di
energia elettrica utilizzata da un negozio e la quantità di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili di
energia.

A livello internazionale applichiamo nei nostri negozi le migliori opzioni energetiche, in base all’area
geografica e alla normativa locale. Un approccio sul consumo di energia rinnovabile a lungo termine
guidato da una persona dedicata.

Il nostro obiettivo: nel 2019 consumare nei nostri negozi circa 80 kWh/m²/annui.

GREEN IT: pensare ad una trasformazione digitale responsabile

Nel 2017 abbiamo calcolato il nostro impatto ambientale relativo al campo informatico. La svolta digitale che stiamo vivendo induce ad un  raddoppiamento dei dispositivi tecnologici, del consumo di energia e dell’archiviazione sicura dei dati con i quali lavoriamo ogni giorno. Per realizzare un bilancio carbonio abbiamo effettuato un inventario delle diverse categorie di attrezzature informatiche
presenti in azienda (negozio, logistica, servizi): PC  portatili e fissi, monitor, tablet, registratori di cassa in negozio, telefoni fissi e  mobili, server.

 

Abbiamo collegato questi dati al consumo medio di energia elettricità di questi dispostivi negli anni 2016 e 2017 e abbiamo aggiunto il ciclo di vita delle attrezzature informatiche, dalla produzione all’uso, aggiungendo la fase di fine vita dei componenti.

 

Seguendo questo inventario abbiamo potuto identificare le piste di lavoro prioritarie attuate nei servizi nel 2017:

Componenti: la produzione di un dispositivo informatico rappresenta circa l’80 % dell’impatto ambientale, noi promuoviamo il recupero, la riparazione, componenti rigenerati o usati. Dopo l’utilizzo rivalorizziamo i componenti utilizzabili e li doniamo alle associazioni.

Archiviazione dei dati: calcoliamo il nostro impatto legato all’utilizzo dei dati archiviati con sistemi esterni
(Datacenter) ed è  significativo: diffondiamo in tutti i negozi una guida di buone pratiche per  ottimizzare l’utilizzo delle applicazioni mail, internet e archiviazione, noti per essere dei divora-energia  (consumano molta energia).

In negozio il digitale può anche trovare fonti di  energia a risparmio energetico. La  dematerializzazione degli scontrini fiscali è  attualmente in fase di prova e lo spegnimento dei registratori di cassa e dei dispositivi elettronici  portatili è per i collaboratori automatizzato.